• Perchè il mio mal di schiena dura così a lungo?

    La lombalgia, che colpisce il tratto lombare della colonna vertebrale, è un dolore localizzato all’altezza della vita: può farsi sentire più da un lato che dall’altro e può irradiare ai glutei o anche lungo tutta la gamba quando diventa sciatica.

    Episodi traumatici, come il colpo della strega e il colpo di frusta, possono coglierci all’improvviso. Insorgono generalmente in seguito ad un movimento brusco e provocano dolori e disturbi che ostacolano le nostre normali attività quotidiane.

     

    A seconda della durata della sintomatologia dolorosa, la lombalgia viene divisa in acuta e cronica.
    La fase acuta dura in genere una quindicina di giorni ed è normalmente dovuta ad una lesione di una o più strutture che compongono la colonna vertebrale.
    Nel caso della cronica subentrano altri problemi che si possono riassumere nel fatto che la colonna non riesce più a ritrovare il suo delicato equilibrio e dunque si trova in uno stato di sofferenza permanente.

     

    Consigli utili che si possono dare per evitare questi problemi sono:

     

    • Mantenere una corretta postura quando si è seduti, con i glutei appoggiati completamente allo schienale della sedia e tratto lombare leggermente inarcato;

    • Non dormire mai a pancia sotto, in quanto così la fisiologica “ricarica” d’acqua dei dischi intervertebrali non avviene e quindi la schiena rimane in uno stato di sofferenza cronica. La posizione migliore è sicuramente quella sul fianco, con un guanciale tra le gambe;

    • Utilizzare la boule dell’acqua calda dove si sentono i dolori, così da far rilasciare la muscolatura paravertebrale infiammata;

    • Rimanere sdraiati a pancia sopra con le gambe posizionate su una pila di cuscini, così da avere meno carico possibile a livello del tratto lombare;

    Fisioterapista Luca Pozzolini, Centro CMC Albano Sant’Alessandro (Bg)

    3391645974 

    Leave a reply →